Parlano di noi


In questa pagina sono riportati tutti gli articoli esterni che parlano di Copma, del nostro sistema PCHS o dei nostri prodotti.

Sanità, nuovo sistema di pulizia abbatte infezioni ospedaliere

Pubblicato da adnkronos.com il 1 dicembre 2016

Durante il ricovero in ospedale, l’8-10 % dei pazienti contrae un’infezione, che spesso si manifesta come polmonite. Ma in terapia intensiva la percentuale sale ulteriormente, fino a raggiungere il 15%. In molti casi le infezioni ospedaliere sono causate da batteri multiresistenti o addirittura panresistenti agli antibiotici, in grado quindi di sopravvivere all’azione dei farmaci. La denuncia di Federanziani: “Le infezioni ospedaliere fanno più vittime degli incidenti stradali. Oltre 22 mila i morti in tre anni con una spesa per lo Stato di 11 miliardi”.
Per gli esperti occorre individuare nuovi sistemi capaci di fare fronte alla presenza di germi resistenti in ospedale, limitarne la diffusione rinforzando l’infection control, bloccando quindi la diffusione del contagio.
Sulla base di una ricerca scientifica svolta dal Centro Studi Inquinamento Ambienti ad Alta Sterilità dell’Università di Ferrara, di recente è stato sviluppato un nuovo sistema di pulizia, dal nome Pchs (Probiotic Cleaning Hygien System) capace di garantire un’igiene stabile negli ambienti.
Leggi articolo

Articolo ripubblicato da:
Panorama.it
Aboutpharma.com
Makemefeed.com
Libero.it
Virgilio.it
Metronews.it
Scoopnest.com
Tribunapoliticaweb.it
Uniconsum.it
Ricercare-imprese.it
Ilmeteo.it
Zazoom.it
Blogghy.com
Senioritalia.it
Intopic.it
Arezzoweb.it
Terninrete.it
Padovanews.it
Cataniaoggi.it
Sindacatofsi.it
Lasicilia.it
Nursetimes.org

 

The cost of Anti-Microbial resistance – 10 Million dead, $100 Trillion lost

Pubblicato da Bloomberg.com il 12 maggio 2016

Pubblicato da European Business Express e GHP (Global Health & Pharma) Magazine il 10 maggio 2016

Antimicrobial resistance will kill 10 million people each year, with a total global GDP loss of 100 TRILLION dollars by 2050. That’s what UK economist, Lord O’Neill, told delegates at a recent health conference hosted by Wired magazine. It’s an exponential disaster already in motion, said O’Neill.
Responding to Lord O’Neill’s interim analysis, Mario Pinca, CEO of Italian health service company, Copma, said: “It is necessary to act on all fronts with determination and innovative solutions, and Europe must act now to tackle antimicrobial resistance”.
Jim O’Neill, famed for coining the term BRICs – for the emerging economies of Brazil, Russia, India and China – was appointed by David Cameron, the United Kingdom’s Prime Minister, to chair a Review on Antimicrobial Resistance. A final report will be presented to Cameron before the summer.
Leggi articolo su Bloomberg.com
Leggi articolo su EBX
Leggi articolo su GHP

 

Copma e PCHS: nuovi loghi nel segno dell’igiene

Pubblicato da GSA News il 30 aprile 2016

Il recente restyling dei loghi Copma e PCHS è un’ulteriore conferma, se mai ce ne fosse ancora bisogno, dell’impegno strategico dell’azienda nel segno dell’igiene. E’ Mario Pinca, a.d. di Copma, a spiegarci come è maturata l’idea.
Quali le ragioni alla base del restyling dei vostri loghi?
“Non è una semplice questione di coerenza tra comunicazione e strategia aziendale: significa riaffermare la propensione dell’azienda a ricercare soluzioni operative in grado di garantire l’unico risultato utile e necessario in un ambiente nosocomiale: l’igiene. Igiene 2.0 vuol dire produrre igiene in grado di corrispondere ai livelli oggi attesi, il che significa contrastare efficacemente l’emergenza data dalla diffusione dei batteri multiresistenti.”
Cosa significa essere produttori di igiene?
“Vuol dire che non basta più parlare di pulizia, che in un mercato sempre più dequalificato aumentano i rischi per i pazienti, che il prodotto della nostra attività ha un nome solo, preciso: l’igiene.”
Leggi articolo

 

Alberto Rodolfi: Copma, con la nostra rivoluzione abbiamo dato concretezza all’igiene.

Pubblicato da Specchioeconomico.com ad aprile 2016

Copma s’identifica come una realtà di gruppo che sviluppa la propria iniziativa in più settori d’attività, prevalentemente nel terziario nel contesto del quale si concentrano la maggior parte delle attività del gruppo. Ad oggi sviluppa ancora la maggior parte del proprio volume d’affari nel settore dei servizi di pulizia, pur operando in più settori, mediante partecipazioni in varie società al fine di diversificare i prodotti offerti ed i mercati di riferimento come Niagara srl e Carpispurgo srl specializzate nel trattamento e smaltimento rifiuti, Quisisana srl per quanto riguarda attività di cura e diagnostica. Il gruppo è attivo anche nel settore immobiliare mediante la società Progeo Plast srl, la cui attività si identifica nella conduzione di immobili ad uso produttivo e nella ristrutturazione di unità abitative destinate alla vendita. La diversificazione produttiva realizzata svolgendo attività in distinti ambiti commerciali tende a perseguire una strategia in grado di offrire una più solida stabilità economico-produttiva all’interno del gruppo.
Leggi articolo

 

I super batteri si possono sconfiggere ?

Pubblicato da WordPress il 3 dicembre 2015

Una ricerca scientifica dai contenuti allarmanti ed una serie sensazionali di articoli di giornale sui batteri multiresistenti hanno raggiunto l’apice. La preoccupazione accademica e politica per le conseguenze di batteri multiresistenti sulla salute delle persone è in aumento. A peggiorare la situazione, sembra che ci sia una mancanza di modi efficaci per contrastare i superbatteri che resistono anche al più forte dei super-antibiotici. “Se gli scienziati parlano di era ‘post-antibiotica o apocalisse antibiotica’, occorre alzare non solo il livello di guardia ma fare da subito ciò che è possibile fare” ha detto Alberto Rodolfi, Presidente della Copma. Questo mese, sul giornale medico ‘The Lancet’, a scrivere sono David Paterson e Patrick Harris dell’Università australiana del Queensland, dicendo che è arrivata una nuova era critica per l’uso di antibiotici in campo veterinario e della salute umana.”Gli studi condotti da ricercatori dell’Università di Ferrara suggeriscono che si può fare qualcosa”, ha detto di Rodolfi di Copma.
Leggi articolo

 

“Can superbacteria be defeated? Let’s try “says Mario Pinca of Copma,” There is evidence that cannot be ignored.”

Pubblicato da European business express il 2 dicembre 2015

Relentless and alarming scientific research, and a succession of sensational newspaper articles on multi-resistant bacteria have reached a climax. Academic and political concern for the consequences of multi-resistant bacteria on people’s health is increasing. Worst of all, there appears to be an absence of effective ways to counter superbugs, which are resisting even the strongest of super-antibiotics. “If scientists call it the ‘ post-antibiotic  era  or  antibiotic apocalypse’  t he alert level must be raised and everything possible must be done immediately. ” said Alberto Rodolfi, President of Copma.
Writing last month in ‘The Lancet’ medical journal, David Paterson and Patrick Harris from Australia’s University of Queensland, say that a new critical era has arrived for the use of anti-biotics in veterinary and human health.
Leggi articolo

 

“The PCHS system In Europe’s Hospitals Can Limit Dangerous Pathogenic Bacteria, says Copma’s Mario Pinca

Pubblicato da European business express il 13 novembre 2015

“With the probiotic based PCHS system, in the European hospitals we may have more quality and higher hygiene standards counteracting the proliferation of the pathogenic bacteria” says Copma’s Mario Pinca.
“Deaths caused by the HAI in Italy’s national health service are symptomatic of a critical issue throughout Europe’s healthcare centres,” said Mario Pinca, CEO of Copma, a leading Italian services provider.
“In Naples, two weeks ago, Silvestro Scotti, President of the Medical Association of Naples, commented on a court decision to award €1 million following the death of a patient who died of an infection, after what was described as “a trivial intervention. “Any action aimed at fighting antimicrobial resistance must be implemented; we are ready to make our contribution,” said Pinca.
Leggi articolo

 

Batteri patogeni in ospedale

Pubblicato da WordPress il 30 ottobre 2015

“I probiotici sono ecologici, facili da usare e biodegradabili. Essi rendono l’ambiente igienicamente stabile e sono in grado di sopravvivere e colonizzare superfici non biologiche, combattendo la proliferazione di altri batteri. In questo studio… condotto tramite il Sistema Probiotico di Pulizia ed Igiene (PCHS) presso il laboratorio dell’Unità Operativa Cardiologica per l’Igiene Ospedaliera dell’Ospedale Universitario di Messina sia in vitro che sul campo.. è stato anche rilevato che funzionano bene su superfici in ambiente ospedaliero che sono soggette a ricontaminazione regolare … I Probiotici sono quindi prodotti innovativi efficaci per la sanificazione dell’ambiente ospedaliero e costituiscono una valida alternativa “verde” ai disinfettanti chimici utilizzati fino ad ora. “Ciò che significa,” dice Rodolfi, “è che l’assistenza sanitaria europea può essere rivoluzionata con un semplice cambiamento della politica dell’igiene. La terribile scala di morte all’ospedale Perrino di Brindisi, se dimostrato essere causato dall’ igiene ospedaliera, sarà semplicemente la punta di un iceberg. E ‘ora che i governi europei agiscano per fermare la resistenza antimicrobica e per rendere i nostri ospedali centri di cura sicuri e sani per l’ambiente, non per il contagio.”
Leggi articolo

 

Hospitals Must Act Against Pathogenic Bacteria, Says Mario Pinca

Pubblicato da European business express il 29 ottobre 2015

“It is time to act decisively against pathogenic bacteria. They can cause serious impacts on patient health in hospitals” , Says Copma.
“In Brindisi,  was everything possible done in terms of prevention?”   said Mario Pinca, CEO of Copma, a leading Italian healthcare services provider. Pinca made his remarks following the decision of a public prosecutor to open an investigation into the death of 19 patients at the Perrino hospital in Brindisi last week.
Leggi articolo

 

Salute, Copma: Agire con determinazione contro i batteri patogeni

Pubblicato da LaPress.it il 29 ottobre 2015

I batteri patogeni possono provocare gravi conseguenze sulla salute dei pazienti negli ospedali. “E’ stato fatto tutto il possibile in termini di prevenzione a Brindisi?”, si chiede Mario Pinca, ad di Copma, fornitore italiano di punta nei servizi sanitari. Pinca fa la sua affermazione a seguito della decisione di un pubblico ministero di aprire una inchiesta sulla morte di 19 pazienti presso l’Ospedale Perrino di Brindisi la scorsa settimana.

“Più di 25mila cittadini muoiono ogni anno in Europe a causa della crescente resistenza agli antimicrobici esistenti; e tra l’8% ed il 12% dei pazienti negli ospedali dell’UE soffre di eventi avversi, almeno la metà dei quali potrebbero essere evitati”, spiega.
Leggi articolo

 

“E’ ora di agire con determinazione contro i batteri patogeni, afferma Copma”

Pubblicato da myinforms il 29 ottobre 2015

‘Un approccio innovativo alla sanificazione degli ospedali attraverso l’uso dei probiotici: Prove In Vitro sul campo ’ che conferma come le infezioni ospedaliere continuino ad essere un problema sanitario enorme a cui nessuna struttura, pubblica o privata, è immune.

“Affrontare questa sfida globale richiede un’azione locale ed Europea. I metodi di igiene tradizionali non sono sufficientemente efficaci,” dice Pinca. Quello che dimostra lo studio di La Fauci è che: “La sanificazione ambientale è una parte essenziale ed efficace dei programmi per prevenire e controllare le infezioni ospedaliere.”
Leggi articolo

 

Progetto europeo per una Sanità più sicura. Copma: «L’azione è necessaria»

Pubblicato da ImpresaSanità il 23 ottobre 2015

«La recente approvazione del progetto del Parlamento europeo mira a migliorare la sicurezza dei pazienti, soprattutto affrontando il problema crescente della resistenza agli antibiotici. Copma, con la collaborazione di importanti Università Italiane, ha messo a punto in questi anni un sistema di pulizia ed igiene – PCHS, un ormai collaudato protocollo di igiene con l’impiego di probiotici in grado di ridurre in modo rilevante il rischio di trasmissione di infezioni correlate all’assistenza, incidendo conseguentemente anche sulla riduzione dei costi diretti e indiretti» sostiene Mario Pinca, Amministratore Delegato di Copma, fornitore italiano di punta nei servizi sanitari. «L’approvazione da parte del Parlamento Europeo della risoluzione del Comitato per la Sanità è solo un passo nel processo di miglioramento della salute del paziente. Il prossimo passo sarà il passaggio alla Commissione europea, ed è qui che auspichiamo vi possa essere una accelerazione per la produzione di norme in grado di valorizzare processi innovativi in grado di contribuire concretamente al miglioramento della qualità e dell’igiene negli ospedali europei. È un momento critico. Come ha detto l’Organizzazione mondiale della sanità: ‘Nessuna azione oggi, nessuna cura domani’».
Leggi articolo

 

Progetto europeo per una Sanità più sicura, Copma dice ‘L’ Azione è Necessaria’

Pubblicato da European business express il 21 ottobre 2015

Le misure proposte per garantire che gli antibiotici siano usati in maniera più responsabile, compresa la resistenza antimicrobica e il controllo delle infezioni. I deputati chiedono anche alle aziende farmaceutiche di investire nello sviluppo di nuovi agenti antimicrobici, e chiedono alla Commissione europea di proporre una “quadro normativo” per incoraggiare lo sviluppo di nuovi farmaci antibiotici. Vanno contestualmente incoraggiate tutte le azioni che possono concorrere allo stesso obiettivo, migliorare la sicurezza del paziente e ridurre il rischio di  trasmissione delle infezioni.
I deputati annotano, inoltre, che l’attuale crisi economica ha creato in un aumento della pressione sui bilanci sanitari nazionali, e quindi ha un impatto sulla sicurezza del paziente. Essi invitano gli Stati membri dell’UE a garantire che la sicurezza del paziente non sia interessata da misure di austerità e che i sistemi di assistenza sanitaria rimangano adeguatamente finanziati.
Leggi articolo

Progetto europeo per una Sanità più sicura

Pubblicato da WordPress il 21 ottobre 2015

“Il progetto Europeo per una sanità più sicura’ è un passo significativo per dare nuovo slancio e nuovo impulso a tutte quelle azioni necessarie a sviluppare ricerca ed a produrre innovazione nel segno della maggiore sicurezza per i pazienti” conferma Mario Pinca, Amministratore Delegato di Copma, fornitore italiano di punta nei servizi sanitari.“La recente approvazione del progetto del Parlamento europeo mira a migliorare la sicurezza dei pazienti, soprattutto affrontando il problema crescente della resistenza agli antibiotici. Copma, con la collaborazioni di importanti Università Italiane, ha messo a punto in questi anni un sistema di pulizia ed igiene – PCHS, un ormai collaudato protocollo di igiene con l’impiego di probiotici in grado di ridurre in modo rilevante il rischio di trasmissione di infezioni correlate all’assistenza, incidendo conseguentemente anche sulla riduzione dei costi diretti e indiretti”
Leggi articolo

 

Un prodotto innovativo per le pulizie nell’ospedale di Feltre

Pubblicato da Corriere delle alpi il 7 gennaio 2015

Un nuovo sistema di pulizie è in corso di sperimentazione all’ospedale di Feltre da parte della cooperativa Copma di Ferrara, che gestisce il servizio per la struttura. Il sistema si basa su un nuovo prodotto probiotico che, secondo gli intenti, dovrebbe garantire un’igiene stabile degli ambienti. «La cosa interessante è che il prodotot è stato messo a punto dalla stessa Copma», dice Stefano Calvi, segretario della Fisascat Cisl, che segue i lavoratori della cooperativa. «Il nuovo sistema, che doveva essere sperimentato per quattro mesi, è stato prolungato già da un anno. Avevamo pensato di introdurlo anche nell’Usl 1, ma mi pare ci siano diverse resistenze». «Da quanto mi raccontano le addette del Feltrino, questo prodotto starebbe già dando dei risultati positivi, anche per quanto riguarda il lavoro stesso delle dipendenti, perché non dà problemi di allergie o di tossicità, come invece capita quando si usano altri disinfettanti come la varechina unita ad altre sostanze», spiega Calvi.
Leggi articolo

 

Il sistema PCHS ideato da COPMA: uno straordinario supporto all’azione di riduzione del rischio infettivo in ambito sanitario

Pubblicato da Legacoop Servizi il 4 dicembre 2014

La Cooperativa di Ferrara Copma, leader nel settore della pulizia, ha messo a punto un sistema di sanificazione degli ambienti ospedalieri, denominato PCHS – Probiotic Cleaning Hygien System.

È un sistema integrato in cui diversi fattori concorrono al risultato finale. Il risultato finale è garantire standard di igiene elevati e soprattutto stabili nel tempo; oltre a speciali materiali vengono impiegati organismi probiotici al posto dei disinfettanti chimici; Il Sistema PCHS contribuisce a ridurre il rischio infettivo negli ambienti ospedalieri.
Il sistema permette un aumento dei livelli di igiene, un aumento dei livelli di sicurezza, una riduzione dell’impatto ambientale e anche una riduzione dei costi generali di erogazione del servizio, rispetto alle tradizionali tecniche di disinfezione chimica.
Leggi articolo

 

#dnacooperativo: Copma brevetta PCHS, un sistema di pulizia e igienizzazione che innalza gli standard di igiene e sicurezza

Pubblicato da Dnacooperativo il 24 novembre 2014

La cooperativa Copma di Ferrara, leader nel campo delle pulizie ospedaliere, ha brevettato un sistema di sanificazione degli ambienti ospedalieri, denominato PCHS, che utilizza organismi probiotici, al posto dei disinfettanti chimici. Nell’Ospedale Sant’Anna di Cona, dove il sistema è stato introdotto, il rischio infettivo si è ridotto del 70%.
Leggi aricolo

 

A Napoli, il 15 ottobre, PCHS Convention

Pubblicato da GSA News il 13 ottobre 2014

Copma e Atena Alfa organizzano il prossimo 15 ottobre, all’Hotel Excelsior, la prima Convention nazionale del PCHS, l’innovativo sistema di sanificazione basato sulla biostabilizzazione. Progettato e brevettato da Copma, come soluzione per assicurare l’igiene stabile nel tempo, è già operativo in oltre 30 strutture sanitarie in Italia. L’evento si tiene in coincidenza del 40 Congresso Nazionale dell’ANMDO anche per consentire a tutti gli interessati di partecipare all’importante seminario dell’ANMDO su “Nuovi Indicatori di Qualità Microbiologica IQM a supporto delle strategie di riduzione delle infezioni correlate all’assistenza (ICA)”. Il programma della Convention prevede, nell’ambito di una serata conviviale, la presentazione delle migliori esperienze condotte e dei risultati raggiunti nei livelli di igiene grazie all’utilizzo del sistema PCHS; al riguardo vi saranno le comunicazioni scientifiche, a cura del Prof.Mazzacane e del Prof.Di Luca dell’Università di Ferrara, sull’evoluzione e gli aggiornamenti della ricerca.
Leggi articolo

 

La sanificazione delle degenze ospedaliere: nuove strategie per la riduzione delle infezioni correlate all’assistenza sanitaria

Pubblicato da GSA News il 14 settembre 2014

Nell’articolo viene affrontato il tema della sanificazione di degenze ospedaliere e delle criticità insite nelle tecniche di comune utilizzo per la pulizia delle superfici e degli arredi.Le modalità con cui queste vengono effettuate hanno infatti una diretta attinenza con le infezioni correlate all’assistenza sanitaria  

Le procedure di sanificazione hanno il precipuo scopo di ridurre e contenere la proliferazione dei microorganismi presenti negli ambienti ospedalieri. Le infezioni nosocomiali (ICA) sono una delle complicanze più frequenti che possono verificarsi in strutture sanitarie. Il 5% -15% di tutti i pazienti ricoverati in ospedale possono sviluppare almeno una ICA durante il ricovero.
Tre studi condotti in Italia hanno mostrato una frequenza del 6,7% delle ICA , con prevalenza delle infezioni del tratto respiratorio inferiore seguite da infezioni del tratto urinario. Nel 1998, il Piano Sanitario Nazionale italiano ha identificato la riduzione delle infezioni correlate all’assistenza sanitaria come una priorità.
Leggi articolo

 

E’ partito il sistema PCHS, nel segno del probiotico

Pubblicato da GSA News il 9 febbraio 2014

Ha avuto avvio in diverse strutture ospedaliere in diverse regioni d’Italia l’introduzione del sistema PCHS per l’igienizzazione dei reparti e degli ambienti sanitari.
Il PCHS è l’innovativo sistema di pulizia probiotica, in grado di assicurare igiene stabile, messo a punto da Copma Scarl; azienda che si sta via via caratterizzando per l’immissione sul mercato di sistemi innovativi atti ad implementare servizi che garantiscono nelle diverse condizioni operative i più elevati standard di qualità e di igiene.
Il sistema PCHS, sistema probiotico di pulizia ed igiene, in particolare è costituito da protocolli operativi che integrano attrezzature e materiali di ultima generazione, con detergenti a base di batteri probiotici, capaci di contrastare gli agenti patogeni presenti sulle superfici e di garantire condizioni di igiene stabile per molte ore dopo il trattamento; il tutto assieme a strumenti e metodi di controllo e di governo dei “fattori di rischio”, oltre ad una significativa riduzione dell’impatto ambientale.
Leggi articolo

 

Una riduzione delle spese sanitarie di 5,5 miliardi di euro è possibile

Pubblicato da GSA News a maggio 2013

Il Forum dell’Innovazione in Sanità lo sostiene, proponendo un nuovo metodo oggettivo che valuta l’innovazione come criterio principale per il funzionamento del servizio sanitario nazionale.
E’ emerso in apertura del seminario giovedì 16 maggio all’hotel Camilla Savelli di Roma, promosso da ANMDO (Associazione Nazionale dei Medici delle Direzioni Ospedaliere) e dal suo presidente Gianfranco Finzi, con SIAIS (Società Italiana dell’Architettura e dell’Ingegneria per la Sanità), FARE (Federazione delle Associazioni Regionali Economi e Provveditori della sanità), AIOP (Associazione Italiana Ospitalità Privata) e con importanti aziende di produzione industriale e servizi.
Leggi articolo

 

Probiotici la nuova frontiera: Copma con il sistema PCHS rivoluziona la sanificazione ospedaliera

Pubblicato da GSA News il 19 ottobre 2011

Lo scorso 13 ottobre, presso il Circolo della stampa di Milano, al cospetto di una nutrita presenza di giornalisti e addetti del settore del cleaning professionale, Copma ha presentato ufficialmente il nuovo sistema PCHS, acronimo di Probiotic Cleaning Hygien System,  un sistema che  si preannuncia rivoluzionario perché scardina l’assioma della detergenza tradizionale basata sui prodotti chimici e propone un nuovo protocollo operativo d’intervento. PCHS è dunque il marchio depositato da Copma per identificare  questo nuovo sistema di pulizia  e sanificazione basato sull’impiego dei prodotti probiotici.
Leggi articolo

 

Presentazione sistema di pulizia di ambienti sanitari e ospedalieri a base di batteri probiotici. Sistema pchs a “igiene stabile”

Pubblicato da GSA News il 13 ottobre 2011

E’ in corso di svolgimento oggi giovedì 13 ottobre 2011,  presso la sala “Montanelli“ del Circolo della Stampa di Milano, la conferenza stampa di presentazione dell’innovativo sistema di pulizia di ambienti sanitari e ospedalieri a base di batteri probiotici – Sistema pchs a “igiene stabile” – realizzato da Copma Scarl, azienda tra i leader nel settore della pulizia e sanificazione.
Il sistema ha alla base l’uso di batteri probiotici, di materiali e attrezzature appositamente studiati per tale uso, di un percorso formativo mirato per il personale e di un sistema di controlli sia sul processo che sotto il profilo igienico sanitario.
Durante l’incontro viene presentata la ricerca scientifica alla base del nuovo sistema e condotta dal centro ricerche dell’Università di Ferrara.
Leggi articolo

 

Presentato da Copma scrl il sistema di pulizia PCHS a base di batteri probiotici per ambienti sanitari e ospedalieri

Pubblicato da DossierMedicina

Alla presenza di operatori qualificati del settore delle pulizie industriali e della sanificazione e della stampa specializzata, è stato presentato oggi da COPMA il Sistema PCHS di sanificazione ed igienizzazione degli ambienti del segmento sanitario e ospedaliero basato sull’utilizzo di batteri probiotici.
Il presidente di Copma Alberto Rodolfi ha illustrato il progetto PCHS, mentre il prof. Sante Mazzacane del CIAS dell’Università di Ferrara e la dott.ssa Paola Antonioli dell’azienda sanitaria ospedaliera dell’arcispedale S.Anna di Ferrara hanno illustrato lo studio a supporto del progetto e i risultati della sperimentazione realizzata presso la struttura sanitaria.
PCHS è un sistema di igienizzazione e sanificazione degli ambienti sanitari fondato sull’utilizzo di batteri ad alta competitività (i ‘bacillus buoni’) che porta all’abbattimento di tutti gli altri batteri presenti in un ambiente. PCHS impiega batteri probiotici ad alta competitività presenti in natura, che contrasta efficacemente la carica batterica e la presenza dei batteri patogeni tipici degli ambienti sanitari e ospedalieri.
Leggi articolo

 

Pulizie industriali: il progetto Pchs di Copma Service Team

Pubblicato da Industrialeweb il 27 ottobre 2011

Copma Service Team è la cooperativa emiliana che si contraddistingue da ben quaranta anni per l’alta qualità delle proprie pulizie industriali, oltre che per la sanificazione di impianti e canalizzazioni: ora, però, il nome della società di Ferrara può essere associato anche a quello di un importante progetto, il quale ha assunto la denominazione di Pchs. Di cosa si tratta esattamente? Come ha spiegato in maniera dettagliata una settimana fa Alberto Rodolfi, numero uno della stessa Copma, l’intento è quello di implementare un sistema di igienizzazione e sanificazione degli ambienti sanitari attraverso lo sfruttamento dei cosiddetti “bacillus buoni”: questi ultimi non sono altro che dei batteri ad alta competitività, in grado di distruggere quelli dannosi (il riferimento va ai batteri probiotici).
Leggi articolo